Art

Klimt Experience ; quando l’arte diventa multisensoriale

Al MUDEC   l’arte diventa un’esperienza  emozionale multisensoriale  e di intrattenimento con il patrimonio artistico e la vita di Gustav Klimt coinvolgendo anche il design, la moda e le arti applicate della Vienna di inizio ‘900. Il Museo delle Culture di Milano, aprirà il proprio palinsesto estivo il 26 Luglio con l’evento espositivo Klimt Experience, una rappresentazione multimediale totalmente immersiva

Klimt Experience accompagnerà i visitatori fino al 7 gennaio 2018, e si propone come un vero e proprio excursus multisensoriale che racconta attraverso immagini, suoni, musiche, evocazioni l’universo pittorico, culturale e sociale in cui visse e operò Klimt e in cui il pittore austriaco fu assoluto protagonista.

L’obiettivo di questo percorso espositivo multimediale è quello di proporre un nuovo modello di  apprezzamento dell’opera d’arte attraverso le potenzialità sempre più “allargate” delle nuove tecnologie

L’ESPERIENZA IMMERSIVA.

In un’unica “experience-room” il visitatore potrà vivere un’esperienza immersiva a 360° che coinvolgerà tutto lo spazio disponibile senza soluzione di continuità; dalle pareti al soffitto fino al pavimento le immagini delle opere diventeranno un unico flusso di sogno, di forme fluide e smaterializzate in motivi evocativi dell’arte di Klimt, dagli esordi agli ultimi dipinti. 700 immagini selezionate, per una visione completa dell’opera del pittore altrimenti impossibile da ammirare in un unico evento espositivo. Un mondo simbolico, enigmatico e sensuale riprodotto con eccezionale impatto visivo grazie al sistema Matrix X-Dimension, progettato in esclusiva per questa video installazione, e che si avvale di un imponente apparato di proiettori laser, in grado di trasmettere sulle superfici dell’installazione oltre 40 milioni di pixel, garantendo una definizione maggiore del Full Hd.

Accanto all’arte di Klimt sarà possibile ammirare anche le fotografie d’epoca sulla vita dell’artista e le ricostruzioni 3D della Vienna dei primi del ‘900 e Strauss, Mozart, Wagner, Lehár, Beethoven, Bach, Orff  e Webern, accompagneranno il visitatore con una coinvolgente colonna sonora a testimoniare quanto la musica influenzò l’opera di questo grande artista.

Infine l’esperienza culturale si completerà con l’apparato informativo e didattico dell’area d’introduzione alla mostra.

Un’immersione totale  dunque, un’esperienza emozionante e ludica di un’ora, che susciterà meraviglia e stupore per il trionfo della bellezza

MUDEC – Museo delle Culture di Milano (Via Tortona, 56)

Dal 26 luglio 2017 al 7 gennaio 2018.

Share:

Leave a reply

14 − dieci =