HotelUrban

MILANO, L’HOTEL SANTA BARBARA CROCEVIA DI CULTURE: DUE MOSTRE RACCONTANO CUBA

Milano è la città più cosmopolita d’Italia, un crocevia di culture e tendenze: il Santa Barbara Hotel, alle porte di Milano, accoglie e fa sua questa speciale vocazione accogliendo storie provenienti da tutto il mondo, illuminando il presente attraverso il prisma colorato dell’arte e della narrazione. Il business Hotel del Gruppo Duetorrihotels ha in calendario, a maggio e a giugno, nella sua Sala del Camino, due mostre – The Portrait Gallery e Cuba nel cuore – che proiettano i visitatori nell’universo immaginifico di due personalità affascinanti. Perché l’arte, in tutte le sue forme, nutre l’anima, estende i limiti del proprio essere.

Nella Sala Camino del prestigioso business hotel milanese,  si alterneranno i ritratti dell’estone Andrei Maksimjuk (dal 28 maggio al 4 giugno) e la serie di dipinti della cubana Dollys Torne Mulèn (dal 5 al 10 giugno) in due mostre che aprono una finestra sull’arte e la multiculturalità. “Storie dipinte” a cui si affiancano quelle “di carta” proposte nella collana “Libri da Gustare”, a disposizione degli ospiti.

Il 28 maggio, alle ore 19.00, appuntamento con l’estone – milanese d’adozione – Andrei Maksimjuk, in occasione dell’inaugurazione della sua personale “The Portrait Gallery”, visitabile fino al 3 giugno. L’occasione di conoscere, assaporando un aperitivo, un artista formatosi all’Accademia di Belle arti di Tallinn, che dopo varie esposizioni in patria e un incarico al Museo d’Arte Contemporanea KUMU di Tallinn arriva a Milano, all’Accademia di Brera, nel 2009, per proseguire qui la sua attività. Ritrattista, apre un suo laboratorio e partecipa a progetti in città (presso Fuzzi Art, Cenacolo Bagutta, Museo Leonardo da Vinci) ma anche a Tallinn (Galleria Temnikova & Kaseala) e a Bologna (Fiera d’Arte Contemporanea). Le sue opere si trovano presso collezioni private in Italia e in Europa. Al Santa Barbara Hotel presenta una selezione di ritratti realizzati con sapienti tocchi e un utilizzo particolare del colore, che portano alla luce l’essenza di ogni soggetto, svelando in filigrana la sua personale verità.

Il 4 giugno si cambia registro cromatico, stile, influenza con la mostra di Dollys Torne Mulèn, presente al vernissage e all’aperitivo inaugurale, alle ore 19.00. Nativa di Santiago di Cuba, anche lei residente a Milano, la giovane artista sceglie la via di una nostalgia “felice”, carica di energia pulsante, accesa di colori primari. La sua “Cuba nel cuore”,visitabile fino al 10 giugno, è un territorio a metà strada tra sogno, memoria e trasfigurazione allegra, ironica, sopra le righe di un paese che porta sempre con sé. Lo stile naif abbracciato dall’artista è il più adatto a raccontare un “paesaggio sociale” unico, con toni fiabeschi e a tratti allegorici, alternati a spaccati di vita più quotidiana. Cuba, racconta Dollys Torne Mulèn, è “come la madre che anche distante, quando la guardi, senza parlarti ti ricorda chi sei, e da dove vieni. Sono le grate carezze, le piccole amarezze, gli eterni rumori, le grandi risate. È un amore che sempre mi accompagna e di cui non parlo mai”.

Quelle di Andrei Maksimjuk e di Dollys Torne Mulèn sono “storie dipinte” che trovano spazio tra le tante “storie di carta” da scoprire e sfogliare presso il Santa Barbara Hotel. Gli ospiti vengono infatti accolti da una speciale collezione di “Libri da Gustare”, edita con la collaborazione di Minerva. Nella hall e nel ristorante trovano un vero e proprio “menù degustazione” di romanzi, racconti, saggi e fumetti, che spazia tra classici e novità editoriali, racconti e saggistica, proposte di viaggio, fumetti e intrattenimento italiane e internazionali. Un altro segnale di quanto l’hotel investa e creda nel potere della cultura e della multiculturalità.

 

Share:

Leave a reply

quindici + 17 =