ArtArtistiModaNewsTalent

UNA LETTERA D’AMORE A DUBLINO. IL NUOVO PROGETTO C.P. COMPANY

C.P. Company - SS 2019

“Una lettera d’amore a Dublino”: il nuovo video artistico realizzato da C.P. Company per il lancio della collezione SS 2019.

“Una lettera d’amore a Dublino”, parte del progetto “Eyes on the City” di C.P. Company nato verso la fine del 2017 e composto da una serie di filmati che vedono come protagonisti artisti, musicisti e creativi provenienti da diverse nazioni raccontare le metropoli nelle quali vivono attraverso il loro sguardo, si annovera la collaborazione del musicista Rejjie Snow.

Rejjie Snow nato a Dublino da padre nigeriano e madre irlandese-giamaicana, cresciuto nel sobborgo di Drumcondra a North Dublin, si avvicina alla musica rap grazie ai suoi cugini. Nel 2011, lascia Dublino per trasferirsi negli Stati Uniti ad Atlanta, Georgia, per giocare a calcio grazie ad una borsa di studio in atletica. Ha realizzato il suo primo EP, Rejovich, nel giugno 2013, e in poco tempo ha scalato la classifica hip-hop di iTunes posizionandosi ai primi posti. Nel giugno 2015, Snow pubblica il suo singolo di debutto ufficiale, All Around the World prodotto da Cam O’bi. Il video, con Lily-Rose Depp, è stato visto cinquecentomila volte nella prima settimana. Mentre nel 2016 Rejjie ha firmato con la 300 Entertainment, etichetta statunitense famosa per il suo lavoro con artisti di grande fama. A febbraio 2018 ha pubblicato “Dear Annie”, l’album di debutto ricevendo ottime recensione dagli esperti del settore come Billboard, Complex, NPR e altri.

Il nuovo video di C.P. Company realizzato con Rejjie Snow e diretto da Joshua Gordon, fotografo e regista suo amico di vecchia anche lui irlandese, ritrae Rejjie con i pezzi più iconici di C.P. Company della stagione estiva, per le strade di Dublino. E racconta i luoghi frenetici e travolgenti della città. Le persone che la animano diventando loro stesse parte del ritmo maniacale e vorticoso del luogo, che nonostante tutto, riesce sempre a infondere l’aria di casa. Nel rispetto della storia dell’artista, il video affronta il tema dell’attaccamento al luogo natio, come afferma l’azienda in una nota: “Spesso, l’unica volta in cui vediamo le nostre città per quello che veramente sono, è quando andiamo via e le guardiamo da lontano. Spesso, apprezziamo al meglio le nostre città mentre voliamo sopra i loro aeroporti scrutando la schiera di luci sottostante”.

Anche la collezione riflette bene l’anima del video. La Spring Summer 2019 di C.P. Company è infatti una reinterpretazione contemporanea dell’iconica e originale palette di colori classici del brand: dai grigi caldi al kaki, dal verde militare al blu marino, sviluppati per la prima volta negli anni Ottanta per raccontare il rinnovato ruolo dell’abbigliamento sportivo e militare nelle sottoculture urbane europee.

Share:

Leave a reply

cinque × 1 =