ArtLocali

CON L’ARTE SI MANGIA.CUCINAE PERFORMANCE ARTS SI INCONTRANO

Lo spazio Workness di Milano dà il via al primo appuntamento di “Con l’arte si mangia”, ciclo di azioni condivise di cucina e Performance Art.La serata di apertura martedì 11 giugno, dal titolo “F as Fire”, vede come prima ospite l’artista Loredana Longo insieme al resident chef di Workness Lillo Frigoli.

Con “Con l’arte si mangia” Workness , spazio multidisciplinare che coniuga arte contemporanea, un raffinato bistrot e un centro dedicato alla danza e al wellness , unisce due dei suoi principali “ingredienti”: il ristorante Bistruccio e la galleria d’arte Other Size Gallery.
Condotti dall’artista-oste, gli ospiti sperimentano una cena-performance che portata dopo portata , dall’entrée al dolce , li conduce attraverso un’esperienza esclusiva , fisica, sensoriale e sociale,– di “consumo” dell’arte.
In controtendenza all’atteggiamento contemplativo da galleria “white box”, i commensali guidati dalla performer-regista partecipano a un’azione conviviale, scandita da quattro portate e da una mise en place-installazione, degustando un menù “inedito” nato dalla collaborazione tra lo chef e l’artista.

Nel primo appuntamento la ricerca artistica e performativa di Loredana Longo incontra , a tavola , l’esperienza della cucina del ristorante Bistruccio.
Il processo creativo di Loredana Long, la cui pratica artistica deriva da un’estetica della distruzione , spesso si avvale del fuoco per giungere alla forma finale dell’opera o per interpretare una performance. Il fuoco è “ingrediente” fondamentale in cucina e a questo elemento è ispirato il menù di “F as Fire”, variamente declinato: dal flambè all’affumicato nei piatti dello chef e dalla casualità della bruciatura all’imprevisto della distruzione nell’azione performativa dell’artista.

Agli ospiti-pubblico, infine, è riservata un’esperienza sensoriale trasversale poiché per ogni piatto “d’artista” del menù è proposto il vino di un’azienda vinicola partner.

Menù (ai nomi delle portate attribuiti dallo chef si affianca un “titolo” dato dall’artista):

ANTIPASTO
FUMO | code rosse tra le nebbie di mare
Gamberi rossi di Mazara del Vallo affumicati in gazpacho di pomodori

PRIMO
F as Fire | La F di FIRE
Risotto al corallo con carpaccio di capesante e salsa “fire”

SECONDO
FUOCO | Il drago marino, la Principessa di fuoco, il folletto Citrus
Tonno rosso del mediterraneo fiammato con pesto d’agrumi

DOLCE
DEMOLITION | sciara nera fondente e lava di bosco
Sfera di cioccolato fondente con frutti di bosco, crema chantilly e coulisse di lamponi

Share:

Leave a reply

4 − 1 =