ArtModaPersonaggi

Marco Bizzarri Presidente Gucci ,protagonista del nuovo episodio di Polimoda Duets

“A Culture of Purpose”  , incentrato sul CEO e Presidente di Gucci , è l’ultimo episodio della serie dedicata ai grandi protagonisti della cultura contemporanea curata da Polimoda

È online l’ultimo episodio di Polimoda Duets, la serie di video interviste-documentario con i personaggi iconici della cultura contemporanea, lanciata lo scorso ottobre con Marina Abramović. A sedersi stavolta di fronte alle telecamere è Marco Bizzarri, Presidente e CEO di Gucci, nonché figura chiave dello scenario della moda internazionale.
Polimoda Duets: Marco Bizzarri – A Culture of Purpose, lanciato in contemporanea su Instagram, YouTube e Facebook, vede il presidente e CEO di uno dei più importanti fashion brand del mondo raccontarsi in un’intervista esclusiva condotta dal giornalista Christian Rocca. Dall’incontro con Alessandro Michele alla nascita di Gucci ArtLab, l’imprenditore che ha guidato la vertiginosa crescita del brand fiorentino parla di creatività, strategia e visione, il non-segreto di un business da oltre 8 miliardi di euro:
“Sfortunatamente non c’è una formula segreta per la gestione di un’azienda. La strategia e l’estetica di Gucci, sia dal punto di vista creativo che aziendale, sono cambiate: questo è stato guidato principalmente dalla passione e dai valori che condividiamo con Alessandro. Quindi penso che siamo stati molto fortunati ad esserci incontrati, ci siamo trovati in un momento in cui l’industria della moda era come assopita, in un certo senso, e non c’era nessuno che davvero cercasse di cambiare il modo in cui le cose venivano fatte. […] Alessandro ha creato un lessico che era completamente sconosciuto in
quello specifico momento dell’industria della moda.”
“Quello che non volevamo fare era pianificare una strategia di marketing, perché sappiamo che se si fa una strategia di marketing, anche se è ben fatta, durerà per 6, 12 mesi, ma non può durare a lungo. Ma se segui la tua passione, se fai qualcosa perché ti piace, allora sarà molto più semplice costruirci sopra e quindi creare su di essa.”
“Penso che la moda riguardi l’emozione e il tentativo di cambiare lo status quo. E per cambiare lo status quo, è necessario rischiare, e il rischio non è un’opzione. Voglio dire: devi rischiare, altrimenti sei destinato a cadere.”
“Il cliente Gucci è cambiato radicalmente negli ultimi 4-5 anni perché siamo diventati fortemente dipendenti dai millennial, che si stanno avvicinando al nostro lessico; Alessandro si rivolge a questa nuova generazione e allo stesso tempo alla Generation X che è quella che sta crescendo di più nell’ultimo periodo. […] La nostra strategia è rendere le persone al centro di ciò che facciamo. Ciò significa che lo human touch, lo one-to-one rimarrà sempre la cosa più importante.”
Una visione che si riflette in ogni aspetto del business, dal negozio alla gestione delle risorse umane, dalla relazione con il cliente all’impegno per l’ambiente e il sociale, evidenziando come la moda e la società siano strettamente interconnesse e come la moda sia parte fondante della cultura contemporanea.
Con il progetto Duets Polimoda si connette con il mondo dell’arte, della musica, del cinema e quindi di tutta la cultura contemporanea, combinando la sua tradizione nel raccogliere la testimonianza diretta dalle figure chiave del settore – dalle guest lecture Polimoda Rendez-Vous ai panel discussion Fashion Diplacement – con un nuovo format di video interviste esclusive. In ogni episodio un’icona della cultura dei nostri tempi è intervistata da un diverso interlocutore, tra grandi giornalisti, influencer o ricercatori del campo della moda, in una conversazione sui temi centrali della società
moderna.
“Se la formazione è l’anello di congiunzione tra il mondo della cultura e la realtà professionale, allora il nostro compito quali educatori è di accompagnare i giovani nella scoperta e nella conoscenza di questi due universi, che fondendosi costituiranno le basi su cui costruire la propria identità personale e crescita professionale” spiega il direttore di Polimoda, Danilo Venturi. “A Polimoda abbiamo scelto di farlo dando voce ai grandi personaggi contemporanei, offrendo ai nostri studenti, ma anche a un pubblico più vasto, l’occasione di incontrarli, ascoltarli e fare tesoro della loro testimonianza. E se
Marina Abramović è un’icona per il mondo dell’arte, Marco Bizzarri è sicuramente una delle voci più autorevoli nel panorama
della moda e del fashion business”.

Share:

Leave a reply

cinque × 5 =